Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici, necessari alla navigazione stessa. Non sono raccolti i dati di navigazione, in nessuna forma.

Copyright 2017 - Custom text here
  • © stephen chown via sxc

  • © T. Duff via sxc

  • © Monia Zanin

  • © mirko delcaldo via sxc

  • © Monia Zanin

  • © Monia Zanin

Amiloidosi epatica in gatti siamesi e orientali Che cos’è?

L’amilidoisi epatica colpisce i gatti siamesi e orientali con conseguenze devastanti.  La malattia viene mal diagnosticata in molti gatti, perché ci sono pochissimi riferimenti a questa particolare forma; la maggior parte di indicazioni riferite all’amiloidosi trattano la forma renale nei gatti abissini.

Questa non è una “nuova” malattia bensì una che è stata documentata, almeno a voce, dagli allevatori per circa 30 anni.  Questo potrebbe benissimo spiegare perché alcuni gatti siamesi e orientali muoiono all’improvviso a circa 2-3 anni.

Io non sono né una veterinaria né uno scienziato ma ho molti anni di esperienza nell’allevare e, purtroppo, nel curare malati di amilidoisi.  Le descrizioni che seguono sono quelle basate sulle mie esperienze.

Quanto è grave questa malattia? Questa è una malattia mortale per la quale non esiste cura, quindi è molto grave!  Nella mia opinione è  piuttosto diffusa e se i miei gatti l’hanno avuta anche altri l’avranno avuta – dopotutto, noi dividiamo spesso le stesse linee di sangue del paese nel quale viviamo.Sì, è spaventoso e vi farà rivalutare i vostri programmi di allevamento come ho fatto io ma non lo possiamo negare ed ora abbiamo finalmente una grande opportunità per fare qualcosa.   Non si colpevolizza nessuno – questo progetto non ha questo scopo.   Si tratta di cercare di aiutare la razza che noi conosciamo e amiamo così profondamente.

Contatti

Copyright

Tutti i diritti riservati. I testi, quando non vi è espressamente riportato l'autore, sono di proprietà di Miagolando.com e possono essere citati solo con riferimento a questo sito come fonte.