Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici, necessari alla navigazione stessa. Non sono raccolti i dati di navigazione, in nessuna forma.

Copyright 2017 - Custom text here
  • © stephen chown via sxc

  • © T. Duff via sxc

  • © Monia Zanin

  • © mirko delcaldo via sxc

  • © Monia Zanin

  • © Monia Zanin

RIASSUNTO

 

Gatto: Mordicchio, persiano nero, maschio, nato il 15 agosto 2008 in un piccolo allevamento veneto

 

Sintomi: inappetenza, successiva fame atavica, blocco della crescita, probabile difficoltà a ritrarre le unghie (si impigliava ovunque anche dopo il taglio delle unghie), gonfiore addominale, ittero, (rdubbio in quanto riscontrato solo da un vet) in seguito anche incontinenza urinaria, febbre mai presente.Stitichezza a rischio occlusione intestinale, cedimento del treno posteriore.

Diagnosi differenziale: disfunzione epatica

Esami: radiografia, toracentesi, elettroforesi proteine e PCR entrambi su essudato, citologico su essudato, ecografia

Fip: diagnosticata al 99% in data 9 luglio 2009 a seguito referti PCR e elettroforesi proteine.

Diagnosi finale: non confermata - non eseguito esame autoptico.

 

Terapia: prednisone (Deltacortene), gastroprotettore (Ranidil - sospeso quasi subito in quanto mal tollerato) e antibiotico (Synulox,).

 

Allegati: referti di cui sopra.

 

DIARIO

 

19 febbraio 2009

Adottato da noi, peso 2,4 kg

21 aprile 2009

Dato che Mordicchio evita sia le scatolette che i croccantini di ogni marca e gusto, optiamo per una dieta BARF a base di carne di reale di manzo cruda (decongelata) integrata con Instincts TC e Instincts Leberpulver.

Seconda metà di maggio 2009

Clima estremamente caldo e afoso: Mordicchio mangia poco ed è piuttosto apatico, attribuiamo la cosa al caldo estremo, anche perché appena la temperatura cala lui torna normale.

Fine maggio 2009

Aumento notevole dell'appetito, calo di vivacità.

Inizio giugno 2009

Scrivevo:

Da circa una settimana, Mordicchio (quasi 10 mesi) ha iniziato a chiedere continuamente cibo. I primi 2-3 giorni ne eravamo felici perché nei giorni precedenti aveva spiluccato poco a causa del caldo insopportabile, ma ormai da qualche giorno la temperatura è rientrata nella norma e lui invece continua a chiedere cibo ogni volta che qualcuno va in cucina. In realtà, questo ci farebbe anche piacere dato che è piuttosto piccolo (è di famiglia, fratelli e mamma sono così), il punto è che non ingrassa! Dopo una settimana ha messo su solo mezzo etto, anche se a vederlo il pancino è più prominente di prima, soprattutto lateralmente e non tanto sotto.

Lui pare star bene, beve normalmente, in lettiera tutto più o meno ok (è un po' stitico ma è così da quando ce l'abbiamo), pipì come al solito, vivacità come al solito, ovvero sonnacchioso con sporadici picchi di vivacità e di coccolosità.

Toccandogli la pancetta, non è dura ma nemmeno mollissima, si schiaccia bene e lui non si lamenta.

Il peso è di 2,6 kg.

Fine giugno 2009

Situazione identica, il peso però sale a 3,2 kg e il gonfiore aumenta (circonferenza: 53 cm). Chiamiamo una veterinaria a domicilio che rileva temperatura normale, preleva una siringa di liquido molto giallo e viscoso, sostiene che il gatto sia itterico, sospetta problemi epatici e ci manda a fare ulteriori esami.

2 luglio 2009

La prima clinica a cui ci rivolgiamo, dall'esito degli esami del sangue e dal tipo di liquido ascitico, si convince che sia Fip. Fanno una radiografia e sostengono che sia tutto nella norma. Scopriremo dopo che la radiografia è tutta bianca a causa del liquido, che non vogliono drenare perché si dicono convinti che si riformerà entro poche ore, sottraendo proteine preziose.

3 luglio 2009

Non convinti, ci rivolgiamo alla nostra clinica di fiducia a Bergamo, portiamo Mordicchio. Escludono l'ittero e la variazione del colore dell'iride (secondo loro, la prima veterinaria se li è immaginati). Misurano la temperatura: 39,1° ritenuta nella norma dato che lui è piuttosto agitato. Provano a fare una radiografia, ma non si vede nulla per via del liquido. Decidono di fargli un drenaggio, tolgono oltre 500 ml di liquido. Nessuna terapia prescritta. Faranno elettroforesi e PCR.

Circonferenza: 43 cm.

Continua a mangiare con voracità, fa una pipì più della sua norma (in genere ne faceva 3 al giorno, ormai la media si assesta su 4 al giorno). Feci sempre nella norma.

Nei giorni successivi

La temperatura si mantiene sempre intorno a 38,6°, lui mangia molto, beve nella norma, la circonferenza oscilla tra 40,5 e 43, valori altalenanti, probabilmente dovuti a vescica e intestino.

8 luglio 2009

L'elettroforesi pare avallare la diagnosi di FIP.

9 luglio 2009

Scrivevo:

La diagnosi è positiva, al 99% è FIP.

La PCR è positiva, l'elettroforesi un disastro, l'ecografia rileva solo una stasi dovuta alla compressione del versamento e un fegato molto ingrossato, nient'altro.

Abbiamo iniziato la terapia con prednisone (Deltacortene), gastroprotettore (Ranidil, 2 ml 2 volte al dì) e antibiotico (Synulox, 1 cps ogni 12 ore). Il cortisone faremo cicli da 30 giorni l'uno a scalare per evitare gli effetti collaterali, partendo da _ cps ogni 12 h x 7 gg, poi _ cps ogni 12 h x 7 gg, poi _ cps ogni 24 h x 7 gg e infine _ cps a giorni alterni per 7 gg.

Eppure, in qualche strano modo, siamo sereni.

Mordicchio è stato drenato di nuovo, altri 250 ml, ora la circonferenza è 39 cm e il peso 2,61 kg.

Appetito e lettiera sempre uguali.

Mi viene il dubbio che il cortisone non sia quello giusto, avevo letto che era meglio il prednisolone, invece stiamo somministrando prednisone.

12 luglio 2009

La circonferenza resta stabile a 39 cm. Niente febbre.

Vivacità altalenante, a volte è più pimpante, altri momenti meno.

Nelle feci trovo come dei pallini bianchi. L'episodio non si ripete più nei giorni successivi, quindi non gli do peso.

14 luglio 2009

Iniziano a venirmi dubbi sull'Instincts (integratore per dieta Barf). Provo a introdurre i croccantini Hill's I/D, non li guarda nemmeno.

16 luglio 2009

Mordicchio comincia a fare la pipì sul divano o nel trasportino, ma solo durante la notte mentre dorme. A parte questo, una volta terminato l'antibiotico riprende un po' di vivacità. Pare che il cortisone lo gonfi un po': a vederlo sembra che la testa e il corpo siano più massicci, infatti la circonferenza va aumentando fino a valori che oscillano tra il 39 e il 41,5.

Scrivevo inoltre:

Ho chiamato la vet: dice che gli esami vuole farglieli tra un mese, ovvero una settimana dopo il termine della terapia cortisonica.

Dice che l'aumento di 1 cm della circonferenza da giovedì scorso significa o che il cortisone causa ritenzione idrica o che il liquido piano piano si riforma e che quindi il cortisone non fa effetto. Oppure è solo effetto della normale crescita di un cucciolo.

Dice che è arrivato l'esito del citologico che è pieno di neutrofili, il che quadra con una situazione infettiva come la FIP.

Secondo lei, è più che possibile che stia ancora bene pur avendo la FIP perché per lei ha attaccato solo alcuni organi e quindi al momento non ha sintomi.

Insomma, mi ha detto un sacco di cose ma in sintesi dice "Mettiti in testa che è FIP e aspettati un peggioramento improvviso, inutile fare esami al momento".

17 luglio 2009

Stasera ha di nuovo fatto pipì sul divano... Dormiva così profondamente che non se n'è accorto.

L'ho svegliato, si è fatto pulire di buon grado e alla fine ha chiesto una razione di pappa.

Comunque ancora niente febbre e circonferenza 40,5 stabile.

18 luglio 2009

Sospendiamo l'Instincts e introduciamo un nuovo integratore (Felini Complete) formulato appositamente per le intolleranze. Stamattina mentre gli tagliavo la carne era tutto pimpante e famelico, mi si strusciava contro le gambe per avere i bocconcini più buoni, si è fatto una scorpacciata!

La cattiva notizia è che continua a non controllare la pipì quando dorme. Mentre è sveglio, tutto a posto, va in lettiera normalmente, ma quando dorme la fa lì dov'è.

19 luglio 2009

Scrivevo:

Qui è sempre tutto stabile. Mordicchio ha spisciottato due volte sulla traversina assorbente, le altre volte è andato normalmente in lettiera. Lui non si accorge di farlo, però poi si sente il bagnato e l'odore addosso e questo non contribuisce certo al suo buonumore... Noi lo passiamo con una salvietta imbevuta di acqua, aceto e acqua di rose, poi asciughiamo, mettiamo un pochino di borotalco e pettiniamo, fargli il bagno sarebbe uno stress inutile, ma questo metodo è veloce e dà ottimi risultati.

A parte questo, la circonferenza è sempre uguale, così come l'appetito, le cacchine non sono mai state così regolari e belle.

Lui chiede ancora tante coccole (soprattutto al suo papà, sgrunt!) e ci guarda con occhioni pieni di gratitudine (soprattutto quando arriva la pappa), ma in generale mi pare stanco e mi sembra che la colonna vertebrale si senta più di prima.

Intanto gli abbiamo anche tolto il Ranidil perché sospetto che faccia l'effetto opposto a quello sperato. Già avevo diminuito da 2 volte al giorno a 1 volta, ma quando glielo do, per 2-3 ore appare più mogio e assonnato che nel resto della giornata e guardacaso proprio dopo 2-3 ore arriva la spisciottata. Probabilmente non c'entra nulla, ma vogliamo fare anche questo tentativo. Quindi al momento prende solo il cortisone, 1/4 di pastiglia ogni 12 ore. Detto tra noi, lo prende da 10 giorni ma secondo me non gli dà alcun giovamento. Comunque continuiamo e vediamo.

20 luglio 2009

Ancora pipì notturna. Mi decido a chiamare la veterinaria.

Scrivevo:

Ho chiamato la veterinaria: dice che le spisciottate non la preoccupano proprio per niente, zero totale, perché sono del tutto normali in caso di assunzione di Deltacortene. Infatti, il problema si risolverà da solo non appena ridurremo ulteriormente il dosaggio (ovvero da giovedì). Mi assicura al 100% che non è un sintomo di peggioramento e la sua teoria è convalidata dal fatto che lui non è incontinente, cioè 4 volte su 5 la pipì la fa in lettiera, quindi tutto normale!

Mordicchio ha festeggiato facendosi una scorrazzata per casa e mangiandosi un ennesimo piattino di carne. Ah, da quando abbiamo eliminato Instincts e introdotto Felini, la sua pipì ha smesso di puzzare di dolciastro e anche l'alito va leggermente migliorando (è sempre pestilenziale, ma mangiando carne cruda non si può pretendere...).

Oggi è più reattivo, ha fatto un paio di balzi, è perfino riuscito a ribellarsi con tantissima forza al suo papà che cercava di scioglierli un nodo sulla coda. Insomma, è una buona giornata.

Ah, la vet dice anche che per lei è impossibile che abbia la glicemia alta perché all'esame del 2 luglio era perfetta e le sembrerebbe il colmo se cambiassero in così poco tempo. Ecco perché ritiene inutile l'esame delle urine, anche se ovviamente è più che disposta a farcelo.

Conclude dicendo che non ha mai visto né sentito di un caso di Fip come quello di Mordicchio, che tutti in clinica sono stupitissimi e dopo ogni nostra chiamata sono sempre più basiti e discutono continuamente del caso tra loro perché gli sembra miracoloso che il versamento non si sia più riformato. Quando ho obiettato che negli ultimi giorni la circonferenza è aumentata di 1,5 cm, quasi rideva, dicendo che secondo lei è la ritenzione idrica del cortisone unita al fatto che ha 11 mesi e quindi è ancora in piena fase di crescita. Insomma, è piacevolmente incredula per l'assenza di qualsiasi sintomo, eppure parla chiaro nel dire che gli esami non danno spazio ad altre diagnosi, che dobbiamo godercelo finché c'è, che potrebbe avere un crollo verticale da un momento all'altro ma che potrebbe altresì stare bene per altri mesi. Dice che non dobbiamo illuderci della situazione stazionaria perché per lei è solo effetto del cortisone. Al che Marco ha obiettato che Mordicchio è stabile da due mesi ma il cortisone lo prende solo da 10 giorni e lei ha dato la solita risposta: buon per voi, ma non illudetevi.

21 luglio 2009

Niente pipì fuori dalla lettiera. Vivacità molto buona.

Tutto il resto è stabile.

23 luglio 2009

Scrivevo:

Dunque, pare che finalmente il cortisone faccia il suo effetto: Mordicchio sta recuperando un po' di vivacità, viene spesso al piano di sopra con me mentre lavoro, la sera se siamo di sotto e saliamo a prendere uno spuntino ci viene subito dietro, insomma non è un gatto scatenato ma appare decisamente meno letargico. Addirittura ieri pomeriggio si è messo davanti alla portafinestra su due zampe, appoggiato alla cornicetta di legno, a guardare fuori: non lo faceva da almeno un mese (ma forse di più) e mi sono così commossa che gli ho fatto subito mille foto.

Ieri ha fatto solo 3 pipì, che era la norma per lui prima del versamento, inoltre stanotte non ha spisciottato.

Ieri per premiarlo della vivacità, al posto del manzo con il Felini, gli abbiamo dato un pezzo di bistecca di polpa cruda, per lui è stata una piccola festa! So che non è il massimo della dieta, ma è così bello poterlo viziare un po'!

Da oggi il dosaggio del cortisone scende a 1/4 di pastiglia al giorno, quindi anche la situazione pipì dovrebbe stabilizzarsi pian piano.

E per concludere, ieri sera non ci volevo credere ma, nonostante non avesse ancora fatto cacchina, la circonferenza era 39,5!

24 luglio 2009

Ieri pomeriggio, incurante del caldo, Mordicchio è stato tutto il tempo qui di sopra con me. La sera siamo scesi tutti di sotto al fresco. La circonferenza di ieri era 41,5 ma il valore non è affidabile perché non aveva fatto né pipì né popò ed era sdraiato sul divano (di solito misuriamo quando è in piedi e dopo la lettiera), perciò è come non aver misurato. Cacca pochina e anche pipì pochina: solo 2, rispetto alle 4-5 delle ultime settimane. L'appetito è sempre buono ma meno "vorace", mangia tanto ma a piccoli spuntini, invece prima a momenti si ingozzava! Inoltre, non va matto per il Felini, così lo alterniamo alla carne normale. Non sarà il massimo, ma prima di tornare a Instincts ci vorrei riflettere bene.

Contatto il prof. Paltrinieri dell'università di Milano e invio i referti, risponde confermando la diagnosi di Fip.

26 luglio 2009

Tutto stabile, pipì normale. Sono 4 giorni che non ha più episodi di incontinenza notturna, probabilmente era proprio dovuta al cortisone e la riduzione del dosaggio ha risolto il problema da sé. La circonferenza è 42 cm da 2 giorni, temo in parte dovuta al fatto che non evacua dal 22 luglio, tranne pochissimo il 23 sera. Da ieri somministriamo Malt Soft e Actinorm per aiutarlo, non sono preoccupata dato che nei mesi scorsi aveva avuto diversi episodi di stipsi. Inoltre mangia normalmente.

27 luglio 2009

Ieri sera si è scaricato, feci belle. Niente incontinenza notturna, è andato normalmente in lettiera durante la notte. Appetito sempre stabilmente robusto. Pipì nella norma (4). Stamattina la circonferenza è tornata a 40, confermando la teoria del gonfiore da stipsi.

29 luglio 2009

Altro episodio di incontinenza, anche se in quantità molto ridotta. Tutto il resto nella norma. Ancora stipsi (non sono sicura però, ieri c'erano feci abbondanti e ben formate che sembrano sue ma non potrei essere certa che non siano di Scricciolo).

30 luglio 2009

Circonferenza 42, nessuna incontinenza, appetito un po' diminuito, ancora stipsi. Primo giorno dell'ultimo ciclo di cortisone (1/4 di cps il 31 luglio, idem il 2 e il 4 agosto, poi basta).

31 luglio 2009

Un episodio di incontinenza (poco più di qualche goccia), circonferenza 41, permane la stipsi. Appetito nettamente diminuito. Tuttavia, da un paio di giorni Mordicchio appare sempre più vigile, dorme meno ore, tiene gli occhi ben spalancati, trascorre molto più tempo fuori dal trasportino, ieri quasi si avventurava in giardino (frenato da Scricciolo che gli è corso incontro spaventandolo). Si fa le unghie al tiragraffi con grande vigore.

2 agosto 2009

Da ieri ha un po' di raffreddore/sinusite e fa fatica a sentire gli odori, quindi non mangia quasi nulla. Una volta liberatogli il naso con fisiologica e fazzolettini, ha mangiato qualcosina. Però continua a non defecare.

3 agosto 2009

Non essendosi ancora scaricato, ho sentito la clinica veterinaria e gli ho somministrato un cucchiaino di olio di vaselina. Secondo loro, è normale che non mangi, essendo così intasato. Tuttavia, stamattina ha mangiato mezzo piattino di carne con Instincts e all'ora di pranzo un po' di yogurt. Se entro domani non si sblocca, lo porteremo in clinica per una visita.

Il resto è normale, continua a bere e fare pipì, niente più incontinenza.

4 agosto 2009

Oggi non ha mangiato né bevuto, in compenso si è scaricato subito dopo il clistere e ha fatto pipì normalmente (la sera anche sulla coperta del divano). Mordicchio è irrequieto, non riesce a dormire, sta con gli occhi sbarrati da una parte all'altra della stanza ma non trova pace. Temo il peggio. Alle 22 chiamo la clinica veterinaria dove mi dicono che dai sintomi pare che abbia mal di pancia. A mezzanotte, il Cicci gli si avvicina, gli passa una zampa sulla schiena e Mordicchio risponde facendo le fusa.

5 agosto 2009

Sto sveglia fino a tardi per fargli compagnia. Lui verso l'una si sdraia su un fianco e mi guarda con quegli occhioni. Io cerco di stare sveglia e ogni 10 minuti vado a fargli qualche coccola o a pulirgli un po' il nasino che sembra intasato, anche se respira bene, con la bocca chiusa. Una volta, mi fa delle piccole fusa. Alle 2:40 gli faccio un'ultima coccola, poi spengo la luce per dormire. 10 secondi dopo, spinta da non so quale istinto, riaccendo la luce e gli vado accanto, accarezzandogli la testolina e ancora pulendogli il nasino, che però è secco. Dopo pochi istanti, fa 5 lenti respiri come a singhiozzo e poi, dignitoso, senza un miagolio, mentre io continuo ad accarezzarlo, semplicemente smette di respirare.

Ciao mio piccolo guerriero coraggioso, la mamma, il papà e il Cicci ti hanno amato tanto e continueranno ad amarti per sempre.

 

per gentile concessione di Persianina, utente del forum Micimiao

 In caso di utilizzo da parte di terzi del materiale qui inserito, è imposto di citarne la fonte(link alla pagina) e di non modificarne nel modo più assoluto alcuna sua parte.

 

Contatti

Copyright

Tutti i diritti riservati. I testi, quando non vi è espressamente riportato l'autore, sono di proprietà di Miagolando.com e possono essere citati solo con riferimento a questo sito come fonte.