Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici, necessari alla navigazione stessa. Non sono raccolti i dati di navigazione, in nessuna forma.

Copyright 2017 - Custom text here
  • © stephen chown via sxc

  • © T. Duff via sxc

  • © Monia Zanin

  • © mirko delcaldo via sxc

  • © Monia Zanin

  • © Monia Zanin

RIASSUNTO

Nome del gatto: CHERRY

Sesso: FEMMINA

Età: sei mesi circa

Razza: comune europea.

Sintomi:  inizialmente diarrea. Poi svogliatezza e letargia, febbre alta, ingrossamento addome (ascite). A diagnosi già fatta, ittero e uveite altalenanti.

Diagnosi differenziale:  possibile fip?

Esami: feci, sangue, ecografia addominale e toracica (e Rivalta test)

Fip: umida

Diagnosi finale: non confermata - non eseguito esame autoptico

Terapia: Convenia e vibravet per copertura antibiotica, prednisone prima circa 6mg/giorno poi 10 mg/giorno, interferone omega felino 0.25 ml (poi alzati a 0.3 quando la gatta ha superato i 2.5 kg di peso) a giorni alterni fino alla 7a puntura, poi a distanza di 4/5 giorni dalla 8a alla 10a.

Allegati: referti emocromo, profilo biochimico, elettroforesi proteine, ecografie

 

DIARIO

Prima quindicina di ottobre 2009

Cherry inizia a smettere di giocare. E' un po' svogliata, lo attribuiamo al fatto che venga un po' trascurata.

Ci viene ogni tanto il sospetto possa avere la febbre ma non è sempre mogia, a volte gioca, prende sempre le coccole, e non ci preoccupiamo.

La pancia inizia a ingrossarsi un po' ma pensiamo stia semplicemente mettendo su peso.

 

22 ottobre 2009

Ha fatto la vaccinazione (Purevax RCP Merial) e per scrupolo le abbiamo fatto misurare la temperatura: era sfrebbrata.

(appunti incomprensibili dal libretto vaccinazioni: Upperttex ott 09)

  

23 ottobre 2009

Cherry è molto mogia ma lo attribuiamo alla vaccinazione, tranquilli perché il giorno prima il veterinario l'aveva vista e non aveva notato nulla.

  

24 ottobre 2009

Cherry sembra stare di nuovo medio/bene.

 

6 novembre 2009

Cherry da qualche giorno è particolarmente giù. Portata dal vet: ha la febbre alta a 41,5. Il vet le ha fatto l'antibiotico, Convenia (cefalosporina) (deve durare 2settimane).

Feci gialle tipo ocra, quasi diarrea, molto molto puzzolenti.

 

9(?) novembre 2009

Dal vet: febbre a 40.4. Prelievo del sangue per esami, portate le feci da esaminare.

il veterinario sospetta FIP ma spera che si tratti di infezione da haemobartonella, quindi le prescrive Vibravet pasta 10%.

La micia inizia con quello e col Canivita multivitaminico.

 

10 novembre 2009 

Cherry mogina ma non allarmante.

Risultato delle feci: sono pulite. Niente vermi, niente coccidi, niente di niente.

 

11 novembre 2009

Arrivate le prime analisi, che avvalorano l'ipotesi PIF. Sospetto raffredore: aereosol con 1/4 di fiala di Fluibron 500 (mucolitico) due volte al giorno.

 

12 novembre 2009

Temperatura a 40.

Feci in miglioramento, più consistenti di prima.

 

13 novembre 2009

Arrivate altre parti di analisi: Cherry è positiva al Coronavirus. Mancano solo i risultati per un'eventale infezione da pulci.

Cherry ha vomitato, ma sembra solo che sia per il nervoso dall'aver fatto a botte per darle l'antibiotico. Ho controllato, non sembra itterica.

 

14 novembre 2009

Pomeriggio e sera, Cherry è fredda, potrebbe essere sfrebbrata. Mangia e beve. Feci mediocri.

 

15 novembre 2009

Pesa 2,3 kg. Feci belle. Sta mangiando solo croccantini baby della Royal Canin da qualche giorno (prima aveva mangiato anche Petreet e varie).

 

16 novembre 2009

Al mattino non ha mangiato, poi per fortuna in serata si è rifatta. Le feci sono belle, liscie, scure, e hano un odore gradevole, quasi sono profumate. Le lacrimano un po' gli occhi e ha il nasino umido. E' abbastanza mogia. Smettiamo di darle il Canivita perché è troppo difficile convincerla a prenderlo.

 

17 novembre 2009

Stamattina sta meglio, è un po' pimpante, fa le fusa e ha un po' giocato con la coda. Ha gli occhi belli, ma non respira bene.

Arrivati i risultati per haemofelis e haemonium: negativi.

Ecografia ad addome e torace. Cuore, fegato, pancreas, reni, tutto bene. Versamento addominale, estratto e sottoposto a esame visivo e del peso specifico (molto alto 1080).

Quadro compatibile con FIP. Il veterinario sostiene che sia certamente

FIP.

Questo è quanto ha scritto esattamente l'ecografista (punti interrogativi seguono le parole non del tutto comprensibili..):

Si osserva un versamento cellulare (?) in addome con ipercogenicità marcata del grasso e del mesentere. Fegato, reni, milza, pancreas, vescica, stomaco, intestino: nella norma.

Cuore: normale la contrattilità e la cinetica miocardica, normali i diametri cardiaci e lo spessore delle pareti. Nella norma i 4 (?) flussi valvolari.

Diagnosi: quadro compatibile con peritonite infettiva o essudatizia (?)

 

18 novembre 2009

Mattina: sono stata dai nuovi veterinari, e gli ho portato i risultati dell'analisi del sangue e dell'eco. Per loro è FIP, non c'è nessun dubbio. Propongono la terapia con interferone omega felino, anche se ammettono che nessun gattino che hanno provato a curare è sopravvissuto.

Decidiamo di provare, e alle 17 portiamo la micia.

Cherry ha fatto interferone 0.25 ml (lei pesa 2.3 kg), e un quarto di pastiglia di prednisone da 25 mg (la pastiglia intera.. il pezzetto quindi 6 qualcosa).

Per ora la micia sta bene.. non so se sia la casa nuova (è con me in un'altra città invece che dai miei) o il cortisone, ma è abbastanza entusiasta.. Sembra un gatto sano. Le hanno misurato la temperatura e ha 39.2 (se non erro), non è itterica, ha dei begli occhi vispi.

Nel frattempo abbiamo portato il liquido estratto in un laboratorio analisi e ha chiesto se si poteva  fare quello che sul sito della dottoressa D. Addie è descritto come Rivalta test (siccome il primo veterinario non conoscendolo non ha voltuo farlo, e ai secondi non abbiamo portato il liquido che era rimasto nell'altra città). E' risultato positivo. Il tecnico ha anche messo il liquido in cultura per vedere se ci sono batteri, ma ha già preannunciato che quasi certamente il risultato sarà negativo essendo stata la micia sotto antibiotico al momento del prelievo.

 

19 novembre 2009

Micia vispa, tutto stabile. Prednisone alle 4, un po' di Canivita stamattina insieme a yogurt alla fragola.

In serata ha anche giocato un po'.

 

20 novembre 2009

2a puntura di interferone, ore 16. La vet dice che la pancia della micia le sembra meno tesa, ma non si sente di dirlo con sicurezza, è solo un'impressione.

Oggi scade la puntura che le ha fatto il veterinario di Convenia il 6, la veterinaria ha consigliato di darle il vibravet a partire da domani. La veterinaria dice che va bene anche per il suo raffreddore, di lasciar perdere l'aereosol.

Cherry è sveglia e arzilla, mangia, beve molto (la vet dice che è un po' disidratata per via del versamento), fa pipì e cacca regolari.

 

21 novembre 2009

La micia sembra non mangiare molto, almeno fino al pomeriggio. Nel tardo pomeriggio / serata sembra riprendersi un po', mangia ed è più vispa. Cacca e pipì sembrano regolari. Le diamo prednisone e vibravet.

 

22 novembre 2009

3a puntura interferone alle 4. La vet dice che non nota cambiamenti nella pancia.

 

23 novembre 2009

Stabile, mangia, lettiera ok. E' vispa, ha anche giocato un po'.

 

24 novembre 2009

Stabile. 4a puntura di interferone alle 6.45. Il veterinario l'ha pesata, costante su 2.3 kg. Ha riscontrato segni di uveite. Per il resto tutto okay. La micia è vispa. Sta mangiando anche un po' di Petreet (a cui togliamo il riso però).

 

25 novembre 2009

Stabile, mangia, lettiera ok.

 

26 novembre 2009

Stabile, contenta stamattina perché ieri sera le abbiamo portato il suo tiragraffi.

5a puntura di interferone oggi, ore 17.00. Tutti e tre i veterinari l'hanno vista. L'hanno pesata con una bilancia più precisa della solita ed è circa 2.4 kg. La pancia non mostra di essere diminuita (nemmeno ingrossata, non sensibilmente almeno).

Si è deciso di passare da domani a 10 mg di prednisone, in due pastiglie da somministrare una mattina e una sera (per avere una migliore copertura durante l'arco della giornata). Le hanno misurato la temperatura e aveva 39.8, quindi le hanno fatto una sottocutanea con antipiretico, Metacam. Le hanno dato anche il prednisone con una puntura (a questo punto, immagino sempre in dose equivalente a 10mg, anche se non ho chiesto). Naturalmente continua anche col Vibravet.

Domani devo telefonare per dire come sta col Metacam, se è più vispa.

Dicono che il decorso per ora è tipico della peritonite infettiva. Ho chiesto se, eventualmente, se la micia non dovesse farcela, avrebbe senso fare un autopsia per dare i dati a qualcuno che ricerchi sulla malattia ma mi hanno risposto che, appunto essendo un decorso molto tipico, non avrebbe nessun senso (nota importante: il consiglio dei veterinari è errato. L'autopsia in caso di sospetta Fip è sempre utile eseguirla, sia per conferma alla diagnosi, sia per lo studio della patologia a tutt'oggi sconosciuta e non diagnosticabile su animale vivo)

Mi hanno prospettato la possibilità di togliere il liquido dall'addome. Pro: il gatto sta meglio, almeno all'inizio. Contro, il liquido si riforma rapidamente e nel riformarsi abbatte molto il gatto,per qualcosa che ha che fare con le proteine. Abbiamo deciso insieme di tralasciare, loro normalmente non lo fanno, mi hanno detto che di solito dà al gatto 48 ore di vita in più, ma quindi deduco che tendano a farlo solo per alleviare le ultime sofferenze dei mici.

 

27 novembre 2009 

Vibravet e due pastiglie di cortisone come detto dai vet, una mattina una sera. Micia regolare.

 

28 novembre 2009

6a puntura interferone, ore 13. Tutto regolare.

 

29 novembre 2009

Cherry stabile e tranquilla. La pancia a me sembra più gonfia. Mi sembra abbia fatto una sola cacca in giornata invece che due. Le ho dato il salmone avanzato da ieri sera e le è piaciuto.

 

?? novembre 2009

Arrivati i risultati della messa in cultura del liquido estratto, e come preannunciato sono negativi.

 

30 novembre 2009

Lettiera normale, Cherryina continua a mangiare regolarmente croccantini e leccornie occasionali varie. Sembra più vispa che nei giorni precedenti.

Ore 13 dal veterinario, 7a puntura di interferone. Non aveva febbre (tipo 38.6..) ma la vet ha verificato che è diventata itterica.

Su mia richiesta le hanno fatto una puntura di Convenia.. hanno detto che va ugualmente bene, e così non avremo il problema di darle medicine per bocca, visto che il cortisone lo sta prendendo nel cibo.

Appena sono arrivata la veterinaria mi ha detto che era intenzionata a togliere il liquido a Cherry. Il prelievo però non è riuscito. Hanno provato, ma il liquido era troppo denso (mi hanno detto che conteneva molta "fibrina", che "ha a che fare con la coagulazione") per essere estratto.. Eventualmente, avrebbero potuto provare a forare in più punti, cercare se poteva esserci una zona col siero più liquido, ma la cosa sembrava lunga, macchinosa e improbabile, e abbiamo soprasseduto. La veterinaria dice anche che ormai è difficile si riesca a togliere, controlleranno ancora nei prossimi giorni con l'eco se il liquido dovesse trovare nuovi "bacini di sfogo" ed eventualmente da questi nuovi si potrebbe toglierlo.. (più o meno)..

 

2 dicembre 2009 

Dai vet. Ho chiesto se avesse senso continuare l'interferone, visto che pur essendo arrivati alle 7a puntura la pancia non accennava a sgonfiarsi, e mi hanno risposto di no, che a questo punto non si deve fare altro che aspettare che la malattia giunga a conclusione, cercando di farcela arrivare il più dolcemente possibile.

Mi hanno quindi proposto di saltare l'interferone previsto per oggi (sarebbe stata la nro 8) e di prendere appuntamento per farla venerdì (sarebbe stato sabato ma per motivi logistici questo sabato proprio non riuscivamo).

L'idea è diradare gradualmente le punture e cercare di trovare l'intervallo più adeguato a mantenerla stabile come è ora.

Cherrita oggi era sfebbrata (38 gradi).. il suo umore pare buono, oggi ha dormito molto ma ieri sera ha giocato facendo anche dei bei salti.. anche il suo appetito sembra aumentato un po'.

Ho chiesto se un diuretico potesse avere senso.. mi hanno detto che un diuretico è indicato nei casi di ascite da problemi cardiaci, che abbassa la pressione di tutto il sistema circolatorio e favorisce quindi l'eliminazione del ristagno.. Essendo invece questo un versamento con causa infettiva il diuretico provocherebbe sì una piccola diminuzione dell'ascite, ma temporanea, al prezzo di una bella botta in termini di pressione nella micia, che diventerebbe un "tappetino" (parole loro!)..

 

4 dicembre 2009

Cherry stamattina sta benissimo tanto che mi è dispiaciuto a morte dover uscire.. Vuole giocare, e mentre di solito gioca solo con la zampina, un po' pigramente, ieri e stamattina fa delle gran corse, salta, cerca di acchiappare le cose che le lancio.. Sembra molto in forma.

Dal veterinario alle 18.30, interferone nro 9. La veterinaria dice che l'uveite è scomparsa (ma è un sintomo passeggero), e l'ittero è diminuito. La pancia sembra, ma sembra solo, niente di definitivo, più rilassata. Peso 2.8 kg.

 

7 dicembre 2009

Il pancino sembra visibilmente più sgonfio (anche se il rigonfiamento c'è ancora e non è poco..)

 

8 dicembre 2009

A sera ha fatto la diarrea.

 

9 dicembre 2009

Cherry è particolarmente sveglia e giocosa. Cacca del mattino morbida. Interferone nro 10. Temperatura 38.6, 2.6 kg.

  

10 dicembre 2009

Lettiera regolare.

  

11 dicembre 2009

Cherry fa uno strano rumorino sommesso, respirando.. non sempre, solo a volte. Per il resto sembra stare bene, sta sdraiata al sole. Vaga impressione che dorma un po' più del solito. La sera torniamo tutte a casa dai miei. Lei sembra avere fame ma non trovare in casa nulla di suo gradimento, comunque si mangia il suo concetrato di pomodoro con cortisone. Gira per la casa un po' irrequieta. Pensiamo sia il solito disorientamento da spostamento. Cacca regolare, mattina e sera.

A prenderla in braccio miagola ma non sembra che sia per via dela pancia.. ho provato a premergliela un po' e non miagola, forse solo non vuole stare in braccio..

 

12 dicembre 2009

Stanotte alle 2.30 ha iniziato a vomitare, prima un po' di cibo poi liquido bianco giallastro. Ha vomitato diverse volte fino a mattina. Alle 8, Cherry era sdraiata su un pail con gli occhi sbarrati.. si vedeva da come si muoveva che la pancia le dava fastidio..

Non sapendo bene che fare, se la crisi potesse essere passeggera o preludio della fine, abbiamo provato a chiamare i vet nell'altra città per chiedere il loro parere. Non li abbiamo trovati, e abbiamo cercato di aspettare le 10 quando avrebbero aperto l'ambulatorio, monitorando Cherrina per verificare che non peggiorasse...

Alle 9.45 Cherry ha iniziato a mugolare in modo terribile, ha vomitato nuovamente, il cuoricino le batteva fortissimo, e sembrava stravolta.

L'ho caricata in macchina in fretta e furia e portata dal vet "locale"(il primo che l'aveva vista) che sta a pochi minuti di strada. Quando sono entrata nella sala d'aspetto le ho messo la mano dentro il trasportino e respirava ancora, ma non ha fatto in tempo a entrare nell'ambulatorio. Quando il veterinario è uscito a chiamarci il suo cuoricino aveva già smesso di battere.

Lui si è limitato a constatare che il battito era cessato..

L'ho portata in campagna dalla mia nonna e insieme l'abbiamo seppellita vicino a Charlotte..

Grazie a tutte voi che mi siete state vicine in questa triste avventura..

 per gentile concessione di shigure, utente del forum di Micimiao

 

In caso di utilizzo da parte di terzi del materiale qui inserito, è imposto di citarne la fonte(link alla pagina) e di non modificarne nel modo più assoluto alcuna sua parte.

 

 

Contatti

Copyright

Tutti i diritti riservati. I testi, quando non vi è espressamente riportato l'autore, sono di proprietà di Miagolando.com e possono essere citati solo con riferimento a questo sito come fonte.