Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici, necessari alla navigazione stessa. Non sono raccolti i dati di navigazione, in nessuna forma.

Copyright 2017 - Custom text here
  • © stephen chown via sxc

  • © T. Duff via sxc

  • © Monia Zanin

  • © mirko delcaldo via sxc

  • © Monia Zanin

  • © Monia Zanin

autore: Carmilla

 

E' costituito da una serie di test che servono a valutare le componenti cellulari del sangue (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine).

 

Globuli rossi (eritrociti)

Vengono analizzati il numero, le dimensioni, la forma e l'aspetto dei globuli rossi in un volume di sangue definito. I globuli rossi (Red Blood Cells, RBC) contengono la molecola di emoglobina e sono le cellule che hanno la funzione di trasportare l'ossigeno ai tessuti. Se a causa di alcune patologie la richiesta di ossigeno aumenta viene di conseguenza incrementata la produzione di globuli rossi. In questo caso si nota la presenza di cellule immature (reticolociti), rilasciate dal midollo osseo.

 

Ematocrito (Ht, Hematocrit o PCV, Packed Cell Volume): è la quantità percentuale di globuli rossi nel sangue. Se l'ematocrito è basso, ci sono meno globuli rossi nel corpo di quanto ci si aspetterebbe. Questa condizione è indicata come anemia. Nei casi più gravi di anemia, l'animale potrebbe avere mucose bianche e apparire debole e stanco, dal momento che nel suo corpo ci sarebbe meno ossigeno del necessario. Le anemie vengono ulteriormente classificate come rigenerative o non rigenerative. Nel primo caso, anche se il numero dei globuli rossi è inferiore a quello normale, il corpo risponde rilasciando in circolo nuovi reticolociti. Al contrario, nell'anemia non rigenerativa, i globuli rossi vengono distrutti ma non vengono prodotti (o vengono prodotti in numero molto basso) e si verifica quindi una perdita continua di queste cellule. Un'anemia non rigenerativa è molto grave e può essere pericolosa per la vita dell'animale.

Si considera elevato un valore di ematocrito superiore a 55. Si può notare ad esempio in animali disidratati, dato che il loro sangue diventa sempre più concentrato. E' visibile anche in caso di shock o di malattie polmonari. E' bene ricordare che tutto ciò che diminuisce la quantità di ossigeno che raggiunge i tessuti del corpo causerà un numero maggiore di globuli rossi.

 

Ci sono poi gli indici eritrocitari, parametri utili nella diagnosi dei differenti tipi di anemia:

  • MCV ( Mean Corpuscular Volume): volume medio dei globuli rossi
  • MCH (Mean Corpuscular Hemoglobin): la quantità di emoglobina media in un globulo rosso
  • MCHC (Mean Corpuscular Hemoglobin Concentration): la concentrazione media di emoglobina in un globulo rosso
  • RDW (Red Cells Dispersion Width): l'ampiezza della distribuzione del volume dei globuli rossi intorno al suo valore medio, indica una variazione nelle dimensioni (condizione che si verifica spesso in caso di anemie).
     

Emoglobina (Hb): misura la quantità di emoglobina ed è un buon parametro per valutare la capacità del sangue nel trasportare l'ossigeno attraverso il corpo.

 

Globuli bianchi (leucociti)

L'altro tipo principale di cellule del sangue sono i globuli bianchi (White Blood Cells, WBC), che sono chiamati anche leucociti. Il loro numero è inferiore a quello dei globuli rossi, ma sono di dimensioni maggiori. Il ruolo fondamentale dei globuli bianchi è quello di difendere il corpo contro gli organismi invasori come batteri, virus e funghi. Ci sono diversi tipi di leucociti, e un conteggio dei globuli bianchi (WBC) è un totale di tutti i vari tipi. Il numero dei globuli bianchi aumenta quando il corpo sta combattendo contro una grave infezione o è stressato a seguito della presenza di tossine metaboliche (ad es nel caso di un paziente in grave insufficienza renale vi sono molti prodotti di scarto nel suo corpo che normalmente portano a un aumento dei globuli bianchi). Inoltre, se l'animale è eccitato o spaventato al momento del prelievo di sangue, una certa quantità di leucociti può essere rilasciata nel sangue, andando ad aumentare il numero totale. Al contrario, se l'animale è stato indebolito da una malattia debilitante prolungata o da infezioni virali, la conta sarà inferiore al normale. I globuli bianchi sono divisi in due gruppi: i granulociti (neutrofili, eosinofili e basofili) e gli agranulociti (linfociti e monociti). Ognuno di questi diversi tipi di cellule gioca un ruolo diverso nella protezione del corpo e il loro numero fornisce importanti informazioni sul funzionamento del sistema immunitario e sulla presenza di infezioni, reazioni allergiche o tossiche a farmaci e prodotti chimici e leucemie. È quindi molto importante sapere quale tipologia di leucocita sia in aumento, per stabilire che tipo di infezione è in atto.

 

Neutrofili: sono le cellule più comuni, funzionano inghiottendo batteri e altre piccole particelle che causano malattie. In presenza di un' infezione batterica o in caso di forte stress, il loro numero aumenta in quanto il midollo osseo rilascia in circolo delle cellule più giovani e immature. Nella maggior parte delle infezioni virali il numero totale dei neutrofili diminuisce.

 

Eosinofili: la loro quantità aumenta quando l'animale è affetto da una infezione da parassiti o presenta allergie. In condizioni che causano stress estremo o prolungato il numero degli eosinofili può diminuire.

 

Basofili: sono i meno comuni fra tutti i globuli bianchi, in molti campioni non sono presenti.

 

Linfociti: sono prodotti ed emessi dai linfonodi. Il numero dei linfociti cala nelle fasi iniziali delle infezioni oppure a seguito dell'uso di corticosteroidi. In caso di malattia prolungata si può verificare un aumento dei linfociti, ad es nel caso di infezioni batteriche o virali prolungate e in certe malattie autoimmuni. Tra le cause dell'aumento del numero di queste cellule vi è anche la leucemia.

 

Monociti: il loro numero non varia molto a meno che non ci sia un caso di leucemia.

 

Piastrine (trombociti)

Hanno una funzione vitale nella formazione dei coaguli. Le piastrine e una proteina chiamata fibrinogeno sono responsabili della riparazione dei vasi sanguigni danneggiati. Quando si verifica il sanguinamento, le piastrine si gonfiano e si aggregano insieme fino a formare un tappo che aiuta a fermare l'emorragia. Se le piastrine sono in numero insufficiente si può verificare un sanguinamento incontrollato. Se ce ne sono troppe c'è la possibilità che si formi un coagulo di sangue in un vaso. Inoltre le piastrine possono essere coinvolte nell'indurimento delle arterie (aterosclerosi).

 

MPV (Mean Platelet Volume ): volume piastrinico medio una dimensione media delle piastrine nel sangue.

 

Morfologia cellulare

Un esame emocromocitometrico completo dovrebbe comprendere non solo la quantità dei diversi tipi di cellule, ma anche una descrizione della loro dimensione e forma. Spesso si verificano delle anomalie morfologiche specifiche per determinate malattie, ad es in alcuni tipi di cancro.

 

Riassumendo, l'esame emocromocitometrico è utile per determinare lo stato di salute generale dell'animale. In caso di infezione aiuta a stabilire se l'infezione è presente e se si tratta di infezioni virali, batteriche o parassitarie. Inoltre può aiutare a confermare la diagnosi di altri disturbi come le allergie, le malattie autoimmuni, l'anemia, la leucemia e molti altri.

Un esame emocromocitometrico completo può essere fatto per:

  • trovare la causa di sintomi quali stanchezza, debolezza, febbre, lividi, o perdita di peso
  • determinare una diagnosi di anemia o policitemia
  • valutare la capacità di coagulazione del sangue
  • trovare un'infezione
  • diagnosticare le malattie del sangue, ad es la leucemia
  • controllare come il corpo reagisce ad alcuni tipi di trattamento farmacologico o radioterapico
     

Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente informativo e non sostituiscono la consulenza veterinaria.

 

Fonti:

http://vettechs.blogspot.com/2005/04/blood-test-results.html

Contatti

Copyright

Tutti i diritti riservati. I testi, quando non vi è espressamente riportato l'autore, sono di proprietà di Miagolando.com e possono essere citati solo con riferimento a questo sito come fonte.