Questo sito utilizza soltanto cookies tecnici, necessari alla navigazione stessa. Non sono raccolti i dati di navigazione, in nessuna forma.

Copyright 2017 - Custom text here
  • © stephen chown via sxc

  • © T. Duff via sxc

  • © Monia Zanin

  • © mirko delcaldo via sxc

  • © Monia Zanin

  • © Monia Zanin

Dal 29 dicembre 2012, da quando cioè è entrato in vigore il Decreto attuativo del Ministero dei Trasporti per le riforme al Codice della Strada approvate nel 2010, qualcuno con eccessivo entusiasmo ha sentenziato che "l'omissione di soccorso per gli animali è reato". Peccato che non sia affatto vero.

L'articolo 189 del Codice della Strada ("Comportamento in caso di incidente"), comma 9 bis, testualmente recita:

9-bis. L'utente  della  strada,  in  caso  di  incidente  comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d'affezione, da reddito o protetti, ha l'obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare  un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito il danno.
Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una  somma da euro 410 a euro 1.643.
Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d'affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso.

Chiunque non ottempera all'obbligo di cui al periodo precedente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 82 a euro 328.

Fonte: http://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-v-norme-di-comportamento/art-189-comportamento-in-caso-di-incidente.html

Quindi, innanzitutto, la cosiddetta "omissione di soccorso" ad animali non è un reato, ma una semplice violazione amministrativa.

In che cosa consiste l'obbligo di soccorso?

Di fatto, l'obbligo di soccorso per chi ha causato l'incidente (o vi è comunque coinvolto) consiste strettamente nel fare una telefonata a Polizia, Carabinieri, Polizia Municipale ecc. specificando che un animale (non necessariamente un animale domestico, ma qualsiasi animale!) è stato coinvolto nell'incidente. Non c'è invece alcun obbligo di prendere l'animale e portarlo personalmente da un veterinario (cosa anche difficilmente attuabile nel caso di animali selvatici).

Se l'animale coinvolto nell'incidente è un animale selvatico, è necessario contattare la Polizia Provinciale e/o il Corpo Forestale dello Stato (o quel che, ahinoi, ne resta), che sono competenti per la fauna selvatica.

Per i testimoni di un incidente che coinvolga animali non esiste di per sé un obbligo di soccorso, anche se dovrebbe essere per tutti un obbligo morale chiamare comunque i soccorsi e soprattutto cercare di annotare la targa del mezzo, se il conducente si è dato alla fuga senza soccorrere l'animale: una testimonianza che potrà essere preziosa per le forze di Polizia per poter sanzionare il responsabile.

 

Contatti

Copyright

Tutti i diritti riservati. I testi, quando non vi è espressamente riportato l'autore, sono di proprietà di Miagolando.com e possono essere citati solo con riferimento a questo sito come fonte.