Omeprazolo al gatto

Moderatore: Silvi

ValeGaia
Miagolo!
Messaggi: 10
Iscritto il: 15 maggio 2018, 21:55
Gatti: 1
Contatta:

Omeprazolo al gatto

Messaggioda ValeGaia » 17 maggio 2018, 17:30

Buongiorno a tutti, scrivo in questa sezione che magari é più appropriata per questo argomento.
Sono Valeria, padroncina di una gattina di nome gaia di 14 anni. In seguito ad una toxoplasmosi e conseguente terapia antibiotica ancora in corso, la gattina ha sviluppato una diarrea cronica che cerco di combattere insieme a fermenti lattici in abbondanza.
Siccome suppongo che il tratto gastro intestinale sia palesemente irritato, vorrei somministrarle l omeprazolo per proteggerlo.
Ho letto peró che é necessario somministrarlo con tutta la capsula altrimenti viene “vanificato” dall acido dello stomaco senza riuscire ad arrivare all intestino.
Le capsule sono peró ad uso umano e da 20mg(antra), mentre a lei servirebbero solo 2mg al giorno, quindi devo aprirla per forza la capsula e darle solo una parte di granuli.
Avete esperienza con questo farmaco? Qualcuno che ha somministrato solo i grani ed ha riscontrato comunque l efficacia del farmaco? Grazie per l attenzione!

Avatar utente
Maya
MiagoAdmin
Messaggi: 15120
Iscritto il: 15 agosto 2008, 0:03
Gatti: 2
Località: Torino
Contatta:

Re: Omeprazolo al gatto

Messaggioda Maya » 19 maggio 2018, 14:04

Ciao, ti segnalo questo articolo (fonte Scivac quindi attendibilissima) https://veterinaria.scivac.org/2014/vet ... 0c6d8.html
Alla pagina 36 c'è una tabella con vari farmaci antisecretori. L'omeprazolo non sembra adatto, visti gli effetti collaterali segnalati.
Potresti usare la ranitidina, usata un po' da tutti e verso la quale ad oggi non ho informazioni negative.
Miss Parker Maya sKassola CapaSanta da Miagolando e le sue panterine Maya e Kiki
Roccoangioletto :monia1:

MAPPA DEL FORUM: viewtopic.php?f=15&t=7070
ISTRUZIONI, REGOLAMENTO E NETIQUETTE: http://miagolando.com/forum/viewforum.php?f=3

ValeGaia
Miagolo!
Messaggi: 10
Iscritto il: 15 maggio 2018, 21:55
Gatti: 1
Contatta:

Re: Omeprazolo al gatto

Messaggioda ValeGaia » 20 maggio 2018, 12:06

Grazie Maya, ho letto l’articolo che é molto interessante!
É vero, l’omeprazolo presenta più effetti collaterali possibili rispetto la ranitidina, peró c’é scritto che é più indicato per guarire ulcere/reflusso ecc..
Ora poiché ho una bella scatola piena a casa, ho iniziato ad usarlo da qualche giorno e non noto ulteriore perdita di peso per ora, anche se la diarrea persiste, i granelli ho letto essere gastroresistenti, penso che continueró per ora ad usare l’omeprazolo (dico la veritá, voglio anche approfittare di averlo giá a casa dato che devo continuare a comprare antibiotico ed altre cose). Se dovessi notare un peggioramento o nuovi effetti collaterali, passeró alla ranitidina. Per ora continueró così.
Grazie comunque per le informazioni precise che mi sono comunque molto utili per fare una scelta e valutare al meglio la situazione!

ValeGaia
Miagolo!
Messaggi: 10
Iscritto il: 15 maggio 2018, 21:55
Gatti: 1
Contatta:

Re: Omeprazolo al gatto

Messaggioda ValeGaia » 23 maggio 2018, 13:55

Buongiorno, piccolo aggiornamento:
Dal punto di vista gastrointestinale, noto un piccolo miglioramento. Le feci sono meno liquide, non solide e formate ma si stanno addensando, il colorito finalmente é marrone (prima erano chiare), e mi sembra diminuito anche il volume, tutte cose che credo testimonino il fatto che stia iniziando ad assimilare meglio i nutrienti(ha ripreso anche a pulirsi di più ed il pelo mi sembra più lucido). Il peso per ora é stabile. Nonostante fermenti e nux vomica, credo proprio che la differenza la stia facendo l’omeprazolo, che stará alleviando l’irritazione che probabilmente gli ha provocato la clindamicina, nonostante la assumesse a stomaco pieno.
Ho peró notato un aumento dei sintomi della toxo ed insospettita mi sono andata ad informare sulle interazioni tra omeprazolo e clindamicina: l’omeprazolo, se assunto troppo ravvicinatamente a questo antibiotico, ne ostacola l’assorbimento. Devono essere distanziati di almeno 3 ore l’uno dall’altro, e così procederó. Sperando di non dover prolungare di troppo la cura, che conunque é abbastanza pesante.
Al prossimo aggiornamento!


Torna a “Problemi gastrointestinali/Allergie/intolleranze alimentari”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti