Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Ipotiroidismo- Ipertiroidismo-Diabete, patologie del fegato, pancreas ecc..
Avatar utente
LadyStardust
Miagolandese
Messaggi: 2187
Iscritto il: 5 gennaio 2009, 12:46
Gatti: 5
Località: Milano
Contatta:

Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda LadyStardust » 20 febbraio 2010, 23:49

Il mio Kiwi si ammalò di diabete a fine settembre 2004 all'età di 16 anni. Si spense all'età di 18 anni 3 mesi e 1 giorno, il 16 Settembre 2006.
Mi sono accorta che Kiwi aveva qualcosa di anomalo perchè iniziò a bere molto (più di una ciotola d'acqua al giorno, e anche se lui è sempre stato un micio che beveva più di quello che normalmente beve un gatto, questo fatto era decisamente fuori norma) e ad urinare abbondantemente. Ho immediatamente chiamato il vet che mi disse di monitorarlo. Dopo due giorni l'ho richiamato dicendogli che assolutamente c'era qualcosa che non andava. Presi appuntamento per fargli gli esami del sangue. Essendo sempre stato, Kiwi, un gatto di carattere che mal sopportava le visite di controllo veterinarie, il nostro vet ci disse che avrebbe dovuto sedarlo, una leggera sedazione visto anche la sua età avanzata. E dovevo essere cosciente che, comunque, con tutte le cautele, una sedazione (seppur leggera) avrebbe potuto comportare dei rischi. Rischi che io accettai. Ricordo che pensai: "C'è qualcosa che non va. Se non si sa cos'ha Kiwi non lo si può curare e potrebbe morire. Rischio per rischio, se dovessere malauguratamente succedere qualcosa almeno non ha sofferto."
La sera prima degli esami del sangue, quando andammo a letto, Kiwi già ci aspettava. Ha sempre dormito con noi. Io ero agitata e pensierosa e Kiwi capì il mio stato d'animo. Allora gli parlai. Lui capì che quello che gli stavo dicendo era molto importante e si sedette ascoltandomi. Gli dissi che il giorno dopo doveva fare gli esami del sangue perchè avevamo capito che lui non stava bene e dovevamo sapere cosa avesse per curarlo. Gli dissi che il suo vet avrebbe dovuto addormentarlo e lui sapeva anche il perchè: perchè non era mai stato un micio facilmente gestibile. Gli spiegai che, essendo lui un micio non più giovincello, beh era una cosa sicura ma per la sua età ci sarebbero potuti essere dei rischi... Gli dissi che lo amavamo tantissimo e dovevamo sapere come curarlo e doveva promettermi che il giorno dopo si sarebbe risvegliato... Kiwi capì e mi tranquillizzò asciugando le lacrime che rigavano le mie guance strusciando il suo musetto contro il mio viso. Poi iniziò a fare le fusa e a fare il pane sul mio petto. Gli esami diedero conferma del diabete.
Kiwi aveva la glicemia altissima e il nostro vet prescrisse un'ipoglicemizzante orale, Minidiab5, ma con scarsi risultati anche con successivo aumento di dosaggio. Il nostro vet era restio a prescrivere l'insulina perchè, in base alla sua esperienza, il diabete è più trattabile nei cani che nei gatti, anche per il dosaggio dell'insulina. Ci consigliò di consultare un veterinario diabetologo in modo che Kiwi potesse essere seguito nel modo migliore. Una nostra carissima amica newyorkese e ottima vet, ci consigliò di rivolgerci alla clinica veterinaria San Siro, dove una sua amica aveva prestato servizio avendo studiato veterinaria a Milano.
In clinica è semplice anche eseguire le analisi del sangue ed il responso lo si ha in un quarto d'ora. La glicemia di Kiwi da over 400 era scesa a over 350 con l'ipoglicemizzante orale, dopo una settimana di insulina (Caninsulin) era scesa a 153. Gli iniettavamo 1 1/2 unità al mattino e altrettanta alla sera. Tra le due somministrazioni devono trascorrere 12 ore, i nostri orari erano 7 mattina/19 sera. Può capitare a volte di sballare l'orario (non parlo del quarto d'ora ma di 1 ora), non è una cosa grave se accade occasionalmente, è però buona regola cercare di essere il più possibile puntuali. A Kiwi ci avevano prescritto la Caninsulin, che si compra e si ordina in farmacia dietro presentazione di ricetta veterinaria.
L'insulina va tenuta in frigorifero, in caso di viaggi o trasferimenti in un frigoriferino portatile con il panetto di ghiaccio, la mia farmacista me ne aveva regalato uno per diabetici, piccolino e per nulla ingombrante. Nel 2004/2006 una fialetta di Caninsulin costava 9,20 Euro, la confezione da 10 è decisamente economica -circa 53,00 Euro-. Quando mi rimanevano due fialette la riordinavo in farmacia che mi procurava la confezione per il giorno dopo, così avevo sempre la scorta e non rischiavo di rimanere senza, sarebbe stato un grosso guaio. Nella confezione da 10 ci sono 100 siringhe ad uso veterinario (da 40 UI mentre le siringhe ad uso umano sono da 100 UI). Io riutilizzavo la siringa due giorni cambiando, ovviamente, l'ago ad ogni uso. Compravo 50 aghi da insulina alla volta (10 eurocentesimi l'uno).
In farmacia si trovano le strisce reattive da bagnare con l'urina per il controllo della glicemia (Glukur test) e dei chetoni (Ketur test), si ha così la possibilità di tener controllato il micio anche a casa con esami non invasivi. A seconda del colore che assume la striscia reattiva si conosce il valore indicativo di glucosio e chetoni. Questi test NON devono MAI sostituire gli esami di controllo prescritti, perchè solo gli esami del sangue danno i valori di riferimento esatti.
E' importantissimo stabilizzare il valore glicemico nei valori normali perchè l'iperglicemia può causare la chetoacidosi che è molto pericolosa e può portare alla morte. La chetoacidosi è una grave situazione di iperglicemia che richiede terapie di emergenza. Nel paziente diabetico, l'incapacità dell'organismo di utilizzare il glucosio porta all'utilizzo dei grassi che lasciano, come prodotto finale del loro metabolismo, delle sostanze di natura acida chiamate corpi chetonici. Questi tendono a formarsi in modo particolare quando il diabete non è ben controllato o il paziente è ammalato (febbre, vomito cronico) o è a digiuno. Questi corpi chetonici tendono a produrre uno stato di acidosi che può essere particolarmente grave se non è prontamente trattato: il paziente avrà dapprima nausea, vomito e, successivamente, confusione, perdita della coscienza fino a giungere, nei casi estremi, alla morte.
Il diabete è gestibile ma non deve decisamente essere trascurato perchè porta alla morte. L'iperglicemia (valori alti) porta al coma, come pure l'ipoglicemia (valori troppo bassi). L'ipoglicemia, paradossalmente, è ancora più pericolosa dell'iperglicemia. Il glucosio può abbassarsi sotto i valori normali, i sintomi sono tremori, freddo, mancanza di forza, sino al coma. In caso di ipoglicemia è necessario somministrare un po' di zucchero o di cibo. A Kiwi accadde una volta, gli scivolavano le zampe posteriori, non riusciva a stare in piedi, aveva lo sguardo perso. Lo presi in braccio e adagiato sul letto e gli diedi un po' di crocchette da mangiare. Si riprese nel giro di circa 20 minuti.
Se il diabete è stabilizzato bene, il micio diabetico ha ottime possibilità di vivere serenamente per molti anni ancora. L'importante è il dosaggio dell'insulina che può variare col tempo, pertanto è necessario che il micio esegua gli esami del sangue di controllo. La glicemia può alzarsi anche per cause esterne (malessere, febbre, stress). E' bene seguire scrupolosamente le indicazioni di un veterinario diabetologo.

Kiwi non fece molti esami ematici di controllo perchè mal sopportava queste situazioni. Gli esami che fece, comunque, erano sempre nella norma.
Kiwi iniziò ad avere delle crisi che non si è riusciti a diagnosticare nella primavera del 2006.
Kiwi assumeva 3 unità di insulina al mattino e 3 alla sera, inoltre 50 - 55 cc di flebo di Ringer Lattato, sia al mattino che alla sera, per aiutare le reni.
Kiwi ebbe 4 crisi:
- 1 marzo 2006 con leggerissimi sbandamenti (ricordo che mentre lo guardavo camminare pensavo "cè qualcosa che non và..." per poi esplodere il
- 3 marzo 2006 prima crisi. Due mesi e mezzo di pausa e poi
- 11 maggio 2006 seconda crisi (più forte). Due mesi di pausa e poi
- 17 luglio 2006 terza crisi (molto più forte, è durata un giorno e mezzo)
- 9 agosto quarta crisi. Ha iniziato alle ore 6,40 p.m., alle 6,55 p.m. abbiamo subito fatto l'insulina (3 unità) e alle 7,05 p.m. la flebo con 55 cc di Ringer Lattato. La crisi è durata circa 4 ore poi è passata.
Le crisi di Kiwi si presentavano con forte sbandamento mentre camminava e cedimento delle zampe posteriori (camminava come un ubriaco) e tremore delle pupille. Sembrava anche essere in stato confusionale ma non incosciente. Il nostro vet, quando lo visitò il 19 luglio, sentì l'alito molto pesante e, secondo lui, queste crisi erano dovute alla creatinina alta.
Il 9 agosto, quando iniziò la quarta crisi, alle ore 7,15 p.m. raccogliemmo l'urina di Kiwi in un contenitore sterile e la portammo immediatamente alla clinica veterinaria Gran Sasso per farla analizzare.

Esito analisi urine:

Metodo di prelievo: minzione spontanea

Analisi chimico-fisica:

colore: giallo chiaro
aspetto: sublimpido
peso specifico: 1026
pH: 5
proteine: negativo
glucosio: ++
chetoni: negativo
bilirubina: negativo
urobilinogeno: normale
pigmenti ematici: negativo
leucociti: negativo
nitriti: negativo

Esame microscopico del sedimento:

cristalli
cellule epiteliali
eritrociti
leucociti
cilingri
batteri +
lipidi
spermatozoi

Rapporto urinario proteine/creatinina

proteine totali urinarie 0,40 (nessun valore di riferimento)
creatinina urinaria 15,80 (nessun valore di riferimento)
rapporto proteine/creatinina 2,53 >* (0-0,6)

La dottoressa con cui parlò Claudio disse che Kiwi espelleva molte proteine con l'urina e un forte calo di proteine avrebbe potuto essere la causa di queste crisi.
Kiwi non seguiva più la dieta diabetica perchè non gradiva più quel cibo. Seguiva la dieta renale, il contenuto di mezza scatoletta al giorno di Purina o Royal Canin o Eukanuba (gr 78 al giorno). Per rendere la dieta più appetitosa, aggiungevo 1/4 di Almo nature, cibi naturali e senza conservanti. Oltre al cibo umido, la dieta era integrata con crocchette renal della Royal Canin.

Sabato 16 Settembre 2006, alle 7 feci l'iniezione di insulina a Kiwi e, prima di andare al lavoro, gli diedi un bacio. Stava bene.
Verso le 9 mi telefonò Claudio pregandomi di tornare subito a casa perchè Kiwi stava male. Era urgente. Gli dissi di avvisare il nostro vet. Riuscìì ad andare a casa verso le 11... Ricordo che feci la strada di corsa singhiozzando...
Trovai Kiwi incosciente ed in preda a degli spasmi, non so se muscolari o se erano convulsioni. Cercai di accarezzarlo ma si rigirò su se stesso in preda a questi spasmi. Ero disperata... non potevo neppure sfiorarlo. Claudio lo prese in braccio delicatamente e lo posò nel trasportino. Arrivammo dal nostro vet che ci aspettava. Lo visitò e gli auscultò il cuore.
Mi guardò triste, scosse la testa e disse che il cuore stava rallentando e poi aspettò la nostra decisione... L'ultimo atto d'amore...

http://www.kiwithecat.it/diabete.htm

http://www.gattadiabetica.it/index.php

http://www.diabete-cane-gatto.it/cats-d ... llitus.asp
Isabella Cleo Gioia Spillo & Kiwi & Ronny nel cuore
ImmagineImmagine
Viviamo giorno per giorno...
"Un MIAO massaggia il cuore."|||"Se non speri l'insperato non lo troverai." -Eraclito-

Avatar utente
Maya
MiagoAdmin
Messaggi: 15056
Iscritto il: 15 agosto 2008, 0:03
Gatti: 2
Località: Torino
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda Maya » 21 febbraio 2010, 5:41

Grazie Isabella, ottimo contributo :flowers:
Miss Parker Maya sKassola CapaSanta da Miagolando e le sue panterine Maya e Kiki
Roccoangioletto :monia1:

MAPPA DEL FORUM: viewtopic.php?f=15&t=7070
ISTRUZIONI, REGOLAMENTO E NETIQUETTE: http://miagolando.com/forum/viewforum.php?f=3

Avatar utente
GRI
MiagoIngaMod
Messaggi: 9788
Iscritto il: 17 febbraio 2009, 9:54
Gatti: 2
Località: ANCONA
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda GRI » 21 febbraio 2010, 8:49

:cry2: ...mi ricordo benissimo di quel lungo periodo: ora leggo la parte "tecnica" (sei brava e puntuale come poche) ma mi hai fatto ricordare quando dalle pagine di LG seguivo la vostra storia e mi accorgo come ancora sia viva. Ti abbraccio Isa.
E' vero che non sei responsabile di quello che sei,
ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei.

------------------------------------------------------------------------
Accadono cose che sono come domande.
Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita ti risponde

------------------------------------------------------------------------
Tre sono le tue frecce.
Una per la mente - Una per il cuore - Una per lo Spirito.
Ascolta.
Guida la mente per conoscerti, falla diventare strumento del cuore e tramutalo in potenza del tuo Spirito.
Vai Oltre... l'immagine che hai di Te.


Avatar utente
Missi
MiagoMod
Messaggi: 8294
Iscritto il: 29 settembre 2008, 20:04
Gatti: 5
Località: modena
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda Missi » 21 febbraio 2010, 11:16

Isa :monia1: :monia1: :monia1:
Non si possiede mai un gatto. Semmai si è ammessi alla sua vita, il che è senz'altro un privilegio. (Beryl Reid)

Vivi come se dovessi morire domani, impara come se dovessi vivere per sempre. (Gandhi)

Non aspettare il momento opportuno: crealo. (G.B. Shaw)

Gabri + Camilla&Topino&Dorothy&Proserpina

ImmagineRocco-Middy-Morgana-Ettorino Missi&Lulù per sempre

Avatar utente
arturo
MiagoAssistente
Messaggi: 5237
Iscritto il: 22 febbraio 2009, 22:40
Gatti: 3
Località: la città delle streghe: Benevento
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda arturo » 21 febbraio 2010, 11:52

isabella :monia1: però mi hai fatto commuovere. kiwi fu uno dei primi trhead che lessi. ricordo che mi colpì il titolo e iniziai a leggere andando a ritroso. poi ricordo come fui sollevata di leggere che andavate in vacanza (significava che stava bene). e poi ricordo il messaggio del 16 settembre e le tue esperienze successive.......grazie per il contributo e per aver voluto regalarci questa pagina di commozione, ma per te sicuramente dolorosa
cosa è la vita senza un gatto nero?Immagine

Rocco, Middy e Ettorino x sempre nel cuore
"Se sei degno del suo amore,
un gatto sarà tuo amico,
ma mai il tuo schiavo."
Theophile Gautier

Avatar utente
Lagiovy
MiagoZenMod
Messaggi: 6587
Iscritto il: 5 gennaio 2009, 19:54
Gatti: 6
altri amici pelosi e non: Due cagnoloni Jack detto Geco e Bobby detto Bobo
BabbiPunti: 1100
Località: Arzachena (Olbia-Tempio)
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda Lagiovy » 21 febbraio 2010, 14:16

:cry2: :cry2: :cry2: :cry2:

Isa :monia1: :monia1: :monia1: :monia1: :monia1:
Lagiovy e Sandro
Nerina, Kelly, Ginger, Aramis, Sunny Boy e Luna

Tina e Emy


Nina e Liù

Nel cuore Ariel, Patty, Penny e Bob :ciaociao:

Avatar utente
Lagiovy
MiagoZenMod
Messaggi: 6587
Iscritto il: 5 gennaio 2009, 19:54
Gatti: 6
altri amici pelosi e non: Due cagnoloni Jack detto Geco e Bobby detto Bobo
BabbiPunti: 1100
Località: Arzachena (Olbia-Tempio)
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda Lagiovy » 21 febbraio 2010, 14:28

Dopo un momento di commozione scrivo, allora l'articolo è scritto benissimo, un pò mi tocca perchè ho Sandro diabetico, lo è diventato quasi tre anni fà... si lo so non è la stessa cosa, cioè Sandro parla :lol: non miagola.... :flowers: :flowers:
Anche Lussy aveva Slash diabetico, diabete giovanile mi pare, che per lui si è risolta bene... e teniamo le dita incrociate che rimanga sempre così!
Isa grazie per aver dato il tuo contributo in un'argomento che per te è sofferenza!
:flowers: :flowers: :flowers: :flowers:
:monia1: :monia1: :monia1: :monia1:
Lagiovy e Sandro
Nerina, Kelly, Ginger, Aramis, Sunny Boy e Luna

Tina e Emy


Nina e Liù

Nel cuore Ariel, Patty, Penny e Bob :ciaociao:

Avatar utente
Monia
MiagoGiulianaMod
Messaggi: 10289
Iscritto il: 2 settembre 2008, 18:53
Gatti: 8
altri amici pelosi e non: I miei due cani Arturo e Pericle.
Miagocrocchi: 100
Località: Giulianopoli (Udine)
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda Monia » 21 febbraio 2010, 16:35

Grazie Isa per il tuo contributo!! :monia1:
:flowers: :flowers: :flowers:
Monia con Arturo,Pericle,Faustina,Ambrogio,Giulietta,Giulio,Pinini,Teresa,Lola,Rodolfino!
Il mio Cuore Nero!!
Con Cipo, Mina, Romeo e Anselmino nel cuore!


Il Divano dell'Amore

Avatar utente
Edvigelacivetta
MiagoViceAdmin
Messaggi: 8900
Iscritto il: 15 agosto 2008, 22:16
Gatti: 3
BabbiPunti: 10000
Località: Lodi
Contatta:

Re: Diabete - La mia esperienza con Kiwi

Messaggioda Edvigelacivetta » 22 febbraio 2010, 1:09

:adieu: Kiwi
Lalla, Byron, Linus e Sibilla

ciao Pallina, mi mancherai :flowers:

Team Leo! Ciao Gelsomino...


Torna a “Patologie endocrine/metaboliche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite